dalle 20:30 alle 23:00
dalle 20:30 alle 23:00
dalle 20:00 alle 22:30
Dacia Manto - Gerardo Lamattina
Almagià
Planiziaria

Dacia Manto - Gerardo Lamattina

arti visive
Una frattura temporale, una sospensione dello scorrere del tempo e dunque della possibilità di una narrazione.

Planiziaria è un video che verte su luoghi interstiziali, situati ai margini. Territori disegnati dall’acqua che mantengono un’apparerenza sospesa nel tempo; in queste paludi dall’apparenza primordiale, estreme propaggini del delta del Po, emergono microprotagonisti invisibili, che raccontano di un paesaggio dimenticato, quello degli ormai quasi estinti boschi planiziali, o boschi di pianura, che in realtà qui sopravvivono vicinissimi ad arterie stradali frtequentate, dove il traffico scorre veloce con le sue luci e i suoi rumori costanti.

Una frattura temporale, una sospensione dello scorrere del tempo e dunque della possibilità di una narrazione, diventa fondamento di un video in cui emergono elementi che si riavvolgono su se stessi, incatenandosi gli uni agli altri come in un gioco di rimandi e rispecchiamenti.

Planiziaria è un progetto di cui fanno parte, oltre al lavoro video, mappe, quaderni, reperti e disegni che rivelano il processo di indagine e ricostruzione di habitat ed ecosistemi da me portato avanti negli ultimi anni.

Dacia Manto e’ nata a Milano, vive e lavora tra Milano e la Romagna.
Da alcuni anni porta avanti attraverso video, installazioni e disegni una personale ricerca e mappatura dello spazio e del paesaggio, che ha interessato in particolare territori fluviali e palustri, residui di boschi planiziari, periferie marginali e semiselvatiche.
Osservatori strutturali e poetici sulla natura, i suoi lavori costruiscono immagini ed architetture aperte, fragili, precarie, che divengono testimoni dell’inafferrabilità dell’ambiente, della difficoltà di restituire la realta’ della visione.
Ha esposto in importanti realtà pubbliche museali tra cui il Pav, Parco d’Arte Vivente a Torino, il Mar, Museo d’Arte della città di Ravenna, il Mart di Rovereto, il Mac di Lissone, la Fondazione Remotti, la Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, la Galleria Civica di Trento, il M.A.G.A. di Gallarate, il Museo della Citta’ di Rimini, il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, il PAC di Milano, La Strozzina – Centro di Cultura Contemporanea di Firenze, il Musée d’Art Moderne di Saint-Etienne, la Biennale di Poznan, oltre a numerose personali e collettive in spazi pubblici e privati.
Nel 2009 finalista al premio Cairo, sempre nel 2009 vince il premio Geniali – Alitalia per la giovane arte italiana. Nel 2011 il premio Acea- Ecoart, Roma, con il video Planiziaria,e nello stesso anno il premio Aletti con il video Asterina. Nel 2012 il premio Arte Rugabella.
Attualmente un suo progetto permanente di arte pubblica e’ stato appena inaugurato in Toscana , nei paesi del Chianti, per Tusciaelecta.

Gerardo Lamattina
Attore regista è nato a Pertosa Salerno e vive a Ravenna.
Non ama i curricula e le biofilmografie.